La storia della razza

Storia Origini Westie Highland White TerrierTra tutte le razze canine, che hanno la loro origine in Scozia, la più popolare e attraente è un unica famiglia di cani bianchi, noti come il West Highland White Terrier . Essi sono cacciatori piccoli e durevoli che meritano un particolare rispetto per la loro capacità di lavoro, il coraggio, la forza e la perseveranza.. Nel tardo 19 ° secolo tale Terrier erano indispensabili per i loro proprietari e erano ideali per la caccia di tassi, volpi, lontre e piccoli roditori che vivono nel terreno duro e roccioso.
La storia di molte razze moderne è ben nota, basata su documenti antichi e scene d' arte. Ma questo non si applica ai terrier scozzese. La loro origine è vaga come sono "Highland scozzesi" e si basa sul "sentito dire" e la speculazione.. Sappiamo che gli antenati del West Highland Terrier sono stati cani con la parentela stretta, ma con caratteristiche esterne molto diverse , come ad esempio le proporzioni della testa, lunghezza del corpo, il colore e la struttura del mantello. Questi sono i terrier del secolo 19, che l'hanno contribuito nella nascita di alcune razze di cani, come: Cairn terrier, scottish terrier, dandie dinmont terrier, skye terrier, tutti questi terrier nell'epoca si chiamavano con un nome solo Scottish Terrier . Incrociare tutte queste razze era una cosa normale e nell'una stessa cucciolata potevano nascere cuccioli di tutti tipi. Ma non appena gli allevatori hanno cominciato a partecipare alle mostre canine, divenne chiaro che non si dovevano più eseguire incroci del genere, per fissare l'uniformità all'interno della razza, vale a dire che tutti i cuccioli nella cucciolata devono essere di un solo tipo.


Foto: storia della razzaDue personalità eccezionali, che hanno vissuto nei 19 e 20 secolo, sono state indubbiamente più importanti nel promuovere lo sviluppo di quello che è considerato il tipo di west highland white terrier. Primo posto è per il colonnello Donald Edward Malcolm (13.11.1837-20.03.1930.), La cui famiglia ha vissuto in Poltalloch.. Suo padre era un appassionato amante dei terrier , e poi il figlio è andato sulle orme di suo padre.. Il secondo era il duca di Argyll, che visse al tempo stesso con il colonnello Malcolm.. Entrambi hanno chiamato il loro Terrier con il nome dei luoghi dove hanno vissuto, in modo che il colonnello Malcolm li chiamava Poltalloch terrier , e il Duca Argyll - Roseneath terrier.
Poltalloch terrier erano già nel Poltalloch intorno alla metà del 1800... A quel tempo, il colore del manto dei terrier era di color delle rocce, che vanno dal marrone al grano, alcuni cani sono stati vicino alla crema o bianco.. Tuttavia, gli agricoltori e i cacciatori avevano i pregiudizi verso i cani bianchi e cuccioli dei colori molto chiari venivano eliminati , perche sono stati considerati deboli, e quindi non idonei per la caccia. Dicono che i cuccioloni legati ad una corda e messi in un barile con i tassi, o un paio di ratti dovevano vincere in 10 minuti, oppure venivano uccisi. Sembra crudele, soprattutto per gli appassionati dei cani di nostri tempi ma i cacciatori di quei giorni non vedevano nulla di sbagliato in questo : i cani deboli e timidi dovevano essere eliminati..


Foto: storia della razzaIl Colonnello Malcolm senza dubbio è stato uno dei primi allevatori che hanno contribuito allo sviluppo del terrier bianco, si pensa a causa di un incidente avvenuto durante la caccia. Ha confuso uno dei suoi preferiti Terrier marrone con la volpe e ha sparato.. Dopo questo tragico evento, ha promesso allevare solo cani di colore bianco. A differenza di altri allevatori, lasciava solo i cuccioli bianchi o quasi bianchi e allevava esclusivamente loro. Presto i cani del colonnello Malcolm sono stati molto considerati. Hanno dimostrato coraggio e capacità , soprattutto, adatti per la caccia. Uno dei vantaggi - il colore molto chiaro che è facilmente distinguibile da animali selvatici, anche al buio e in cattivo tempo.
Roseneath Terrier del Duca di Argyll e poltalloch Terrier sono stati simili per tipologia, anche se non è stato dimostrato che essi sono stati collegati gli uni con gli altri. Roseneath Terrier avevano il pelo morbido ma bianco puro.


Foto: storia della razzaA volte il credito per lo sviluppo della razza viene attribuito al Dr. Flaxman. Anche lui si è interessato a cani bianchi. Nati dalla sua cagna di razza Scottish terrier, che in ogni cucciolata partoriva qualche cucciolo bianco. Lui lasciava per se questi cuccioli e, dopo qualche tempo, ha selezionato una linea di Scottish Terrier bianco. I suoi cani avevano il pelo bianco, buona pigmentazione e naso nero.. Questa linea ha avuto il pelo duro e morbido sottopelo.
Successivamente Roseneath Terrier, Terrier scozzese bianco del medico Flaxman e poltalloch terrier del colonnello Malcolm sono stati mostrati in occasione di fiere canine. Il colonnello Malcolm e il dottor Flaxman sono diventati grandi rivali nelle prime mostre. Ma solo i poltalloch sono state riconosciute dai giudici come il vero tipo.


Foto: storia della razzaI primi West Highland White Terrier, che sono stati presentati nelle mostre di Regno Unito erano pieni di cicatrici. Tuttavia, non era considerato uno svantaggio, al contrario, è stato un segno di particolare coraggio. Utilizzando i loro Terrier per la caccia, e per le mostre gli allevatori appassionati dedicavano tutte i loro sforzi alla selezione del corretto tipo di razza e nel corso del tempo, il loro aspetto è stato cambiato grazie a una selezione molto scrupolosa e severa. . Il cane è diventato più compatto, con la schiena più corta e il pelo più fitto. In un cane da caccia il pelo troppo fitto sarebbe visto come un difetto , ma nelle expo canine tengono in considerazione l'aspetto fisico e il pelo fitto è molto auspicabile. Oggi il pelo è un tipico elemento del West Highland White Terrier.


Nel tardo 19° secolo i Terrier bianchi sono noti sotto diversi nomi: poltalloch terrier, roseneath terrier bianco, il bianco Scottish terrier, e il piccolo cairn terrier. Pertanto, essi erano mostrati in classi miste E' stato difficile giudicare i ring del genere e di scegliere davvero un buon cane, perché Molti di loro sono stati presentati, come un "bianco terrier scozzese". Nel 1899, nella mostra finale del secolo con il nome Crystal Palace Show ha vinto un cucciolo di Scottish Terrier bianco, purtroppo il suo nome non è rimasto nella storia. Intorno al 1904, tutti questi nomi sono stati eliminati e i piccoli terrier bianchi della Scozia erano conosciuti come il West Highland White Terrier.
Per la prima volta, il West Highland sono stati classificati separatamente presso l'annuale mostra di Scottish Kennel Club, tenutosi a Edimburgo dal 26 al 28 ottobre 1904. Nello stesso anno, è stato fondato club scozzese del WEST HIGHLAND WHITE TERRIER , il cui presidente era stato il Duca Argyll. Club WHWT d'Inghilterra è stato istituito nel 1907, divenne presidente la contessa di Aberdeen. Il Colonnello Malcolm ha preso il posto di vice-presidente, e dopo la morte della contessa divenne presidente.


Foto: storia della razzaLa prossima mostra del club scozzese si è svolta nel mese di ottobre 1905.. Un cane di nome Morven, il proprietario e allevatore, Colin Young, che ha avuto solo 7,5 mesi, ha vinto il titolo di candidato per il Campionato. Nel 1907, Morven è diventato il primo campione della razza. Nello stesso anno, altri due West Highland hanno conseguito il titolo di campione: la figlia di Morven campione Kromar Snowflake (il primo campione di sesso femminile), e il campione Oronsay, entrambi di proprietà della contessa di Aberdeen. Così, nel 1907 c'erano tre campioni, che insieme con i suoi contemporanei, hanno gettato le basi per la razza. Tra il 1907 e 1916, il numero totale di iscritti WHWT ammontava a 3,947, 27 dei quali sono stati campioni.


Foto: storia della razzaSenza dubbio, la parte importantissima nella promozione della razza appartiene alla leggendaria Mrs Pacey, la titolare del famoso allevamento "Wolvey". Ha visto i West Highland al Cruft, dove erano ancora esposti in classi miste e si innamorò di questi cani. Mrs Pacey è stata la prima a stilare il primo standard di razza, che è stato adottato dal Kennel Club.
La razza era in suo pieno sviluppo quando iniziò la Prima Guerra Mondiale. Nel 1917 e 1918 anni in qui allevamento dei cani era stato vietato.. A causa della mancanza di cibo molti cani sono stati soppressi , alcuni allevamenti hanno cessato la sua attività, e coloro che sono stati in grado di mantenere uno o due cani erano in una posizione migliore per riprendere la riproduzione. Le restrizioni sono state abolite nel 1919, e nel corso di questo anno sono stati registrati 126 cani.
Con l'inizio della Seconda Guerra Mondiale nel 1939, tutte le esposizioni canine sono state nuovamente vietate, ma allevamento no.
Mentre il cibo era scarso, alcuni allevamenti ancora continuavano la loro attività, e tra gli anni 1940-42 sono stati registrati 150 cani.
Nel 1946, in Gran Bretagna hanno iniziato a organizzare i primi raduni di razza del dopoguerra, è stato l'inizio di una nuova era. Durante il primo periodo del dopoguerra, la qualità dei cani è stata molto elevata.
Ecco alcuni nomi di personaggi che potremmo definire i nuovi padrini del west highland: Olac di Mr Tattersal, Glenalwyne di M. Sinclair, Lasara Mrs. B. Graham, Whitebriar di Mrs Beer, Clanestar di Mrs Lancaster, Haweswalton di Mrs Sue Hawes, Domaroy di Mr & Mrs Wilshaw…….


Foto: storia della razzaPossiamo continuare indefinitamente a ricordare i meravigliosi cani del passato, ma vorrei citare due di loro che hanno conseguito il più alto titolo alla più prestigiosa mostra – Cruft nel Best in Show - nel 1976 sono stati il campione Diantas Buttons e Olac Moonpilot nel 1990. Questi nomi vivranno a lungo nella storia della razza.
In Italia la signora Paola Vanoni Alessio va considerata come la pioniera della razza. Già dagli anni Sessanta era titolare dell' affisso "della Giada". Negli anni in cui P.V. Alessio calcava i ring d' Italia e d'oltralpe le iscrizioni al LOI della razza registravano numeri irrisori: 5/7/9 (addirittura … ben 26, nel '76!). Oggi la razza west highland white terrier registra circa 1000 iscritti ai libri genealogici in Italia ogni anno.