Chi siamo

Siamo Beati Gabriele e Egorova Elena e ci riteniamo una famiglia appassionata di cinofilia.

Gabriele e Elena



Gabriele:
     Un giorno all'età di 16 anni conobbi un signore tedesco, ricordo che si chiamava Hernest, in vacanza in Italia. Da lui imparai la cinofilia. Ricordo il suo pastore tedesco tutto grigio di nome Tim. Hernest rimase in Italia 20 giorni, li trascorremmo insieme, fu lui a insegnarmi i primi rudimenti per capire i cani. Purtroppo non lo rividi mai più. Negli anni che seguirono mi dedicai nel mio tempo libero allo studio della razza del pastore tedesco, cercando di allevare soggetti che avessero attitudine a vivere a contatto con le famiglie.
Dal 1994 sono titolare affisso ENCI con il nome di Cà Dè Salada, ma le mie cucciolate non sono frequenti.
Nel 1997 ho frequento un corso per figuranti ufficiali della SAS. Numerosissimi sono in questi anni i soggetti da me preparati ( ma condotti dai proprietari) ad ottenere brevetti di lavoro: SCH.1-2-3, IPO.1-2-3, ZTP, CAL.
In questi anni mi sono impegnato anche a recuperare cani con problemi comportamentali, con eccellente successo.
Recentemente ho sostenuto l'esame come preparatore ufficiale per razze da utilità e difesa presso l'APNEC (Associazione Professionale Nazionale Educatori Cinofili). Continuo la mia attività sportiva presso la Polisportiva Finalese (Happy Dog Club) preparando cani e conduttori alle attività agonistiche riconosciute dall'ENCI.
Nel 2009 nel mese di novembre e il mese di dicembre, dopo aver sostenuto esami, sono stato riconosciuto: Tecnico FIGURANTE UTILITA' E DIFESA sino al primo livello, Tecnico EDUCATORE CINOFILO di terzo livello dal Centro Nazionale Sportivo LIBERTAS, Ente riconosciuta dal CONI (comitato olimpico nazionale italiano) e dal Ministero degli Interni.

Brevetto Nazionale di qualifica Brevetto Nazionale di qualifica

Elena:
     Sono nata in Russia. Come tanti altri avevo la passione per i cani da bambina. Non potevo immaginare che per realizzare il mio sogno (allevare i cani) dovevo venire a vivere in Italia.
Nel 2005 ci ha raggiunto un cicciolo di westie-femmina, che ha cambiato il nostro punto di vista sulle razze di piccola taglia.
Mi chiedete perchè proprio un West Highland White Terrier? Essendo amante delle razze di grande mole cercavo un cane che posso portare sempre e ovunque con me, purtroppo con i pastori tedeschi è una cosa impossibile. Il West Highland White Terrier, però, è un piccolo cane con il cuore da leone, che ha tutte le caratteristiche di un cane di mole più: grande. Il West Highland White Terrier è l'amore di prima vista. I West Highland White Terrier hanno cambiato la mia vita. Sono cani intelligenti e sensibilissimi. Loro ragionano e parlano, si offendono e si arrabbiano, credono e sperano, loro ti capiscono e amano all'infino! Senza di loro la mia vita sarebbe più grigia, noiosa e semplice. Con i Westies nella nostra casa è entrato il sole, calore, amore e tanta voglia di vivere!
Purtroppo in Italia questo è un periodo dove i cuccioli di questa razza sono molto ricercati. Di conseguenza persone senza scrupoli fregandosene dei concetti di selezione della razza mettono in riproduzione soggetti non idonei, che a sua volta partoriscono cuccioli con problemi fisici e caratteriali. Nel mio paese nativo il 99% della popolazione sono appassionati-cinofili e andare in esposizione è un passatempo per molti e una necessità per gli allevatori, questo perchè non possono avere pedigree i figli dei soggetti che non hanno ottenuto in expo almeno una volta la classifica "eccellente". La razza west highland in Russia in questo periodo ha il suo momento magico e ci sono cani di altissimo livello. Che dire se nei raduni il numero dei soggetti arriva a 60-70. Così ho deciso di allevare questa magnifica razza con molto scrupolo e serietà!
Il mio concetto: allevare solo per il bene della razza. Prima di tutto mi sono iscritta alla società italiana terrier, per essere sempre al centro dei principali avvenimenti, frattempo ho cercato di approfondire la conoscenza di razza, frequentando esposizioni, cercando e leggendo tutta la informazione possibile, entrando nei particolari della selezione, della toelettatura, avendo i contatti con migliori allevatori russi ed europei, poi, per fortuna, ho conosciuto Lorena Lotzniker del famosissimo allevamento Riva d'Arno che mi ha aiutato moltissimo.

Dal 2011 sono titolare di affisso riconosciuto da FCI e ENCI “Wild Blizzard”